• cimaplast
  • cimaplast
  • cimaplast
  • cimaplast
  • cimaplast
  • cimaplast
  • cimaplast
  • cimaplast
  • cimaplast
  • cimaplast
  • cimaplast
  • cimaplast
  • cimaplast
  • cimaplast
  • cimaplast

CLASSIFICAZIONE DELLE MATERIE PLASTICHE

materiali_trattati_1
AMORFI
I polimeri termoplastici possono essere suddivisi in amorfi e semi-cristallini in base alla loro struttura molecolare.

I polimeri con struttura amorfa sono di solito trasparenti e sono adatti alla produzione di parti precise per la loro elevata stabilità dimensionale.

I polimeri semi-cristallini sono opachi , resilienti e dotati di un elevata resistenza chimica.
SEMI-CRISTALLINI
I polimeri termoplastici possono essere classificati anche secondo la loro resistenza alla temperatura.

I tecnopolimeri avanzati possono essere utilizzati in continuo a temperature superiori a 150 °C e presentano eccellenti proprietà termomeccaniche.

I polimeri termoplastici ad alte prestazioni possono essere utilizzati in continuo a temperature superiori da 100 °C a 150 °C presentano buone proprietà meccaniche e buona inerzia chimica.

I polimeri termoplastici standard possono essere utilizzati in continuo a temperature inferiori 100 °C
POLIMERO SIGLA
PRINCIPALI CARATTERISTICHE
POLYIMIDE PI A seconda del grado presentano alta rigidezza con un basso livello di creep e buona resistenza all'abrasione per utilizzo continuo sino a 300 °C, stabilità dimensionale, isolamento elettrico, elevata purezza, bassa emissione di gas. Adatti per particolari meccanicamente e termicamente sollecitati. Naturalmente ritardanti di fiamma.
POLIAMMIDIIMMIDE PAI Alta resistenza meccanica, basso creep. alta inerzia chimica.Buona resistenza all'abrasione, bassa dilatazione termica.
Naturalmente ritardante di fiamma.
POLIETER-ETERCHETONE PEEK Polimero con ottime proprietà; basso livello di creep, elevato modulo elastico. Eccellenti proprietà tribologiche, soprattutto per la resistenza all ́abrasione. Ottima resistenza a diversi aggressivi chi- mici. Approvato dall 'FDA e fisiologicamente inerte.Naturalmente ritardante di fiamma
POLIETERCHETONE PEK Proprietà migliorate rispetto al PEEK. Resistenza all'abrasione molto buona. Adatto per applicazioni dinamiche con carico elevato. Ottima resistenza chimica. Naturalmente ritardante di fiamma.
POLIETERSOLFONE PES Buone proprietà elettriche e dielettriche. Idoneo per l'utilizzo a contatto con gli alimenti. Naturalmente ritardante di fiamma.
POLIFENILENSOLFONE PPSU Buona resistenza all'urto, inerte chimicamente e resistente all' idrolisi. Naturalmente ritardante di fiamma. Idoneo per l'utilizzo a con- tatto con gli alimenti.
POLETERIMMIDE PEI Ottime proprietà meccaniche ed elettriche. Naturalmente ritardante di fiamma. Idoneo per l'utilizzo a contatto con gli alimenti.
POLISOLFONE PSU Alta resistenza, rigidità e durezza, basso assorbimento di umidità ed ottima stabilità dimensionale. Naturalmente ritardante di fiamma. Idoneo per l'utilizzo a contatto con gli alimenti.
POLIFENILENSOLFURO PPS Alta resistenza chimica; basso livello di creep, alta stabilità dimensionale per il basso assorbimento di umidità, alto modulo elastico. Naturalmente ritardante di fiamma.
POLIVINILIDENFLUORURO PVDF Alta resistenza, rigidità e durezza, basso assorbimento di umidità ed ottima stabilità dimensionale. Naturalmente ritardante di fiamma. Idoneo per l'utilizzo a contatto con gli alimenti.
POLIAMMIDE DA POLITETRAMETILENE-ACIDO
ADIPICO
PA46 buon isolante termico. Particolarmente idoneo per parti con scorrimento ed usura esposte ad alte temperature. Alta resistenza all'abrasione.
POLLIAMIDE DA ESAMETILENDIAMMINA PA66 Buona rigidezza, durezza e resistenza all'usura e stabilità dimensionale in temperatura, buone proprietà dinamiche, disponibili gradi conformi FDA. Idoneo per particolari sottoposti a carichi meccanici e termici
POLIETILENTEREFTALATO PET Buone proprietà tribologiche in ambienti umidi e secchi, elevata stabilità dimensionale e bassa dilatazione termica, basso assorbi- mento di umidità, buone proprietà dielettriche, buona inerzia chimica. Conforme FDA.
POLICARBONATO PC Materiale amorfo e trasparente con un'eccellente resistenza agli urti. Temperatura di servizio permanente di 120 °C, buona resistenza mecca- nica, basso creep ed ottima stabilità dimensionale. Idoneo per l'utilizzo a contatto con gli alimenti.
POLIBUTILENTEREFTALATO PBT Alta resistenza e bassa usura con alta stabilità dimensionale in tempe- ratura, buone proprietà di scorrimen- to. Altissima rigidezza con basso coefficiente di dilatazione termica per la carica con fibra di vetro.
POLLIAMIDE DA E-CAPROLATTAME PA6 Termoplastico semicristallino con buone proprietà di smorzamento, buona resistenza all'urto ed elevata resilienza anche a basse temperature, buona resistenza all'usura, specialmente contro superfici di scorrimento ruvide.
POLIOSSIMETILENE (RESINA POLIACETALICA,
POLIFORMALDEIDE)
POM Copolimero semicristallino di POM con buone proprietà meccaniche, basso assorbimento di umidità, buona resistenza alla fatica e rigidezza, buona stabilità dimensionale e possibilità di ottenere tolleranze strette. Buone proprietà di scorrevolezza. Idoneo per l'utilizzo a contatto con gli alimenti.
POLLIAMIDE DA ACIDO DODECANOICO PA12 Ottima resistenza all'abrasione e buona resistenza chimica, assorbi- mento di umidità più basso di tutte le poliammidi. Idoneo per l'utilizzo a contatto con gli alimenti.
POLIFENILETERE PPE Ottimo isolante elettrco, facilmente incollabile e saldabile, buone proprietà meccaniche ed elevata resilienza, resistente all‘acqua calda.
POLIMETILMETACRILATO PMMA è una termoplastica trasparente che spesso viene impiegata come materiale alternativo al vetro, per la sua leggerezza e resistenza alla scheggiatura. Per questo spesso viene denominato “vetro acrilico”.
POLIPROPILENE PP Ottimo isolante elettrico, bassissimo assorbimento di umidità, ottima inerzia chimica, bassa densità, facilmente saldabile, può essere conforme FDA.
POLIETILENE PE Ottimo isolante elettrico, bassissimo assorbimento di umidità, buone proprietà tribologiche , buona resistenza agli urti a basse temperature, facilmente saldabile, resistente a vari acidi e ai composti utilizzati per la pulizia, bassa densità, può essere conforme FDA.
ACRILONITRILESTIRENEACRILATO ASA polimero amorfo appartenente alla famiglia degli stirenici. Si può considerare un compromesso tra un ABS e un PMMA (ma non trasparente). elevata resistenza ai raggi UV intrinseca (come il PMMA) combinata a una buona tenacità in termini di resistenza all’urto tipica dell’ABS.
STIRENE ACRILONITRILE SAN Il SAN è molto trasparente e lucido, resistente ai graffi , elevata resistenza chimica , elevata rigidità e durezza superficiale
ACRILONITRILE-BUTADIENE-STIRENE
COPOLIMERO
ABS Ottimo isolante elettrico, basso assorbimento di umidità, buone pro- proprietà di smorzamento, incollabile, elevata resistenza agli urti e rigidezza. Resistente agli acidi diluiti e ai composti utilizzati per la pulizia.

Additivazione


Le proprietà dei materiali possono essere modificate per far fronte a specifiche applicazioni mediante additivi.
Fibre di rinforzo
Le fibre di vetro sono utilizzate per lo più per aumentare la resistenza meccanica, soprattutto la resistenza a trazione. Migliorano anche altre proprietà come la resistenza a compressione e la stabilità dimensionale grazie ad un minore coefficiente di dilatazione termica.

Le fibre di carbonio possono essere usate come alternativa alle fibre di vetro per aumentare la resistenza meccanica. Avendo una minore densità si raggiungono elevate proprietà meccaniche con basso peso. Le fibre di carbonio migliorano inoltre il coefficiente di attrito e la resistenza all'usura.
Additivi per ridurre l’attrito e l’usura
La grafite è carbonio puro, che sotto forma di polvere fine ha grande potere lubrificante. Distribuita uniformemente nella matrice polimerica può ridurre il coefficiente di attrito.

Il PTFE è un polimero fluorurato per alte temperature che viene utilizzato come additivo per le sue proprietà di scorrevolezza. In presenza di carico dinamico, una plastica additivata con PTFE sviluppa un sottile film lubrificante sulla controsuperficie.

Il bisolfuro di molibdeno è utilizzato principalmente come agente nucleante e forma un'uniforme e sottile struttura cristallina, anche aggiunto in piccola quantità accresce la resistenza all'abrasione e riduce l'attrito.
Colorante
L'inserimento di pigmenti e coloranti nel materiale plastico permette che possa essere riprodotto qualsiasi colore (es. secondo RAL, pantone, ecc.) Da notare che la possibilità di colorazione delle plastiche per alta temperatura risulta limitata.
Stabilizzazione alla luce
Le condizioni ambientali o l'esposizione prolungata alle alte temperature può portare ad una decolorazione ed influire sulle proprietà meccaniche materiali. L'additivazione con stabilizzanti agli UV o termici aiuta a prevenire questi effetti.